venerdì 27 gennaio 2012

la memoria...

non credo sia (davvero) possibile capire le cose senza vederle, annusarle, toccarle.

infatti, mi sono accorto di capire cosa significa la Giornata della Memoria soltanto dopo aver visitato il campo di Auschwitz, qualche anno fa.

è vero, la Polonia non è (esattamente) a 2 passi, ma... ecco, credo che tutti, ma proprio tutti, una volta nella vita dovrebbero andarci, perchè vedere un film o leggere un libro che parla di Auschwitz non è (per nulla) sufficiente, e (in questo caso) è necessario restare sconvolti, per non dimenticare più.

4 commenti:

Serena ha detto...

Quanto condivido queste tue parole, sai...Penso che si possa sì capire quello che è successo anche leggendo, informandosi, guardando film. Però andare là è un'altra cosa, soprattutto se esperienza fatta con un certo criterio e conoscenze.
Tu come mai hai deciso di intraprendere questo viaggio non certo tra i più gettonati?

Giulia ha detto...

Non ho visto aushwitz, ma ho visto Dachau e Sachsenausen. E camminare per quelle strade e sentire sotto le mie mani i muri, e il legno freddo e pungente. E immaginare cosa deve essere stato mi ha cambiata profondamente ..

Giulia ha detto...

Sempre tante grazie !

Frufru Elisa ha detto...

Un giorno ci andrò, ci devo andare, lo penso da un po' di tempo che sia quasi un dovere di ognuno di noi, quindi ci andrò. Si, penso che tu abbia ragione.