sabato 21 gennaio 2012

prima o poi...

prima o poi le cose che hai lasciato indietro ti raggiungono, e le cose più stupide te le ricordi come le più belle, perchè la loro semplicità non ha paragoni.

beh, tante volte ho come l'impressione di assorbire parecchi pensieri, ma non sempre mi riesce di restituirli, trasformati in linguaggio.

dettaglio di poco conto, per altro.

credo sia molto più importante la sensazione di libertà mentale, una sorta di diritto alla divagazione, dalla quale nasce la voglia di emozionarsi.


"... immagina di osservarti dall'alto, e di vederti mentre fai quelle cose, e immagina di ascoltarti mentre parli (con me) in quel modo, e dimmi come, quanto, perchè, tutto ciò ti sorprenderebbe."

Nessun commento: